martedì 1 ottobre 2013

ARMADIO: SCONFIGGI LA CRISI REINVENTANDO I TUOI CAPI


Era un po che lo volevo fare: rivedere tutto quello che ho nell'armadio e buttare cose. Prima ero una che non buttava mai niente, nell'armadio avevo i criceti che giocavano a racchettoni; pezzi che a tirarli fuori ora mi vergognerei troppo. Il mio armadio è il tentativo vivente (si credo che il mio armadio abbia un'anima) di avere più stili combinando un vero e proprio casino. Così ieri, ho chiamato la mia amica e l'ho fatta venire in mio soccorso, perché puntualmente ad ogni cambio di stagione, mi ritrovo senza una ceppa da mettermi, e non parlo di cose elegantine: io non ho niente da mettere nemmeno nel quotidiano.
Effettivamente, quando ho aperto il mio armadio, la mia amica ha detto questo: " hai buttato troppe cose e ora non ha niente da metterti!" SANTA VERITA'.

Presa da quella smania vagamente verginiana pur essendo della bilancia e quindi esteta all'ennesima potenza, tempo fa, feci una pulizia nei miei vestiti che definirei nazista. Errore madornale. Avevo circa 7 kg in più, non mi entrava nulla e avevo bisogno di colore mentre il mio armadio era tutto nero.
Ma la verità è che io amo il nero. Sarò EMO? CHE NE SO, FORSE.
Ma col nero mi sento ordinata, elegante, comoda, mi sento ME STESSA.
A parte questo, ho buttato cose brutte e continuo ad avere cose che vedo brutte. Almeno questo era quello che pensavo fino all'arrivo della mia amica. Vi premetto che non abbiamo terminato il nostro studio/lavoro sul mio armadio, ma ieri siamo riuscite ad arrivare a buon punto, recuperando e dando un senso a cose da film horror. Ed ho scoperto una cosa: buttare e rinnovare può avere fascino (vedi la teoria del Feng Shui per l'arredamento), ma sapersele tenere, aspettare che tornino di moda e reinventarle è un'arte. Ma passiamo alla pratica, che so che vi piace tanto: partiremo da alcuni capi che potreste avere nell'armadio e cercheremo di dargli un senso per riutilizzarli quanto prima.

LA VECCHIA CAMICIA BIANCA: La camicia si sa, è un capo intramontabile, un classico. Con il tempo però, sono cambiati i modelli e le lunghezze. Prima, decisamente corte e larghe, poi più lunghe e strette, poi ancora più lunghe. Io nell'armadio me ne trovo una lunghissima, una avvitata (troppo) e una con fronzoli. Cosa fare per reinventare questo capo e renderlo più attuale?

- decorare il collo. Ricordate questo post? Se siete volenterose, potete guardare questo tutorial per decorare la vostra camicia con 2 cd, oppure con le perle , oppure con bottoni, oppure dare sfogo alla fantasia e inventare qualcosa di diverso.





- accorciare ulteriormente la lunghezza. Se ve la sentite, potete approfittare della moda del crop top e dare un tocco cool alla vostra camicia, da indossare con pencil skirt, gonne a ruota, pantaloni a vita alta o shorts.



- I JEANS A ZAMPA D'ELEFANTE: Io il giorno che li ho comprati da Mango non so cosa mi passava per la testa. In totale li ho messi due volte: il primo giorno che li ho acquistati e a carnevale per vestirmi da Hippie. Fatto sta che ora mi porto questo fardello dietro. In che modo riutilizzarli? Di certo non con scarpe basse, di certo non con tacchi a spillo. E ALLORA CON COSA?  Per la mia amica non ci sono dubbi: il top sono le swedish hasbeens, zoccoli svedesi in tutte le salse che fanno impazzire le dive di Hollywood.




Swedish hasbeens

Ma non so se il mondo è pronto per queste chicche; perciò io propongo di abbinarli anche con le  classiche Lita di Jeffrey Campbell o simil, che avendo un tacco più alto vi permette di tirarvela non poco con le vostre gambe che diventeranno lunghissime.

Lita (Jeffrey Campbell)

E sopra cosa metterci? E' importante entrare nel mood anni 70, magari indossando una camicetta in seta stampata a fantasia dentro i pantaloni. Se non ne avete una, potete avventurarvi nei mercatini dell'usato e acquistarla a pochi euro, oppure se siete dalle parti di Roma e volete fare un figurone, fare un salto da Vintachic e farvi consigliare dalla mia amica Esterita esperta di vintage.  Provare per credere, riesce a trovare il capo giusto per ogni tipo di fisicità.
Se avete i capelli lunghi, il top con questo look è legarli in uno chignon spettinato oppure lasciarli sciolti ma in maniera originale. In commercio ad esempio,  esistono spray salini, capaci di dare ai capelli, quell'effetto "asciugati all'aria aperta" un po selvaggio che ci piace tanto d'estate ma che apprezziamo tanto anche in autunno.

COTONE, PIZZO, DENIM: Tutto ciò che abbiamo nel nostro armadio può ritornare a vivere. Non sottovalutate nulla, nemmeno una vecchia t-shirt. Io per esempio, avevo un qualcosa che definirla t shirt era troppo poco, ma definirla camicia era troppo. Una via di mezzo senza senso per di più completamente in pizzo con un fronzolo sul davanti in stile Dartagnan (scempio!). Abbiamo trovato la soluzione, eliminando il fronzolo e indossandola al contrario sotto una t shirt a maniche lunghe, in modo che il pizzo si intraveda e renda il look di carattere.
La t -shirt bianca invece o colorata, può essere impreziosita, strappata, e perché no tinta. Proprio pochi giorni fa, mi sono divertita a tingere di nero alcune cose con Coloreria Italiana. Serve solo un po di pazienza, una lavatrice e un kg di sale da cucina.
Vale lo stesso anche per un giacchino di jeans anni 80. L'oversize è tornato in grande spolvero, quindi lo potete indossare tranquillamente così com'è con un pantalone skinny.
Ricordate che se pensate che il vostro armadio sia anonimo, potete sempre giocare con gli accessori.
Trovo più interessante qualcuno che ha un dettaglio pazzesco, piuttosto che qualcuno che segue alla lettera ogni trend che gli passa sotto mano.













SCARPE: Tirate fuori tutte quelle che avete. Sono certa che ci saranno sicuramente quelle che sono tornate di moda. Qualche esempio? Dr Martens, Cult, Clarks, decoltè, Vans, scarponcini di ogni genere, stringate, anfibi. Abbandonerei un pochino solo le scarpe con tacco vertiginoso e piattaforma.
Riutilizzate gli scarponcini, anche sotto vestiti corti o con pantaloni stretti; mentre scegliete le decoltè se indossate un boyfriend.





VECCHI ABITI, COME RENDERLI ATTUALI: Accorciate, aggiungete, decorate o fate qualche piccola modifica: un oblò, delle pietre, un merletto. Basta veramente poco. Assecondate la vostra esigenza e rendete più attuale l'abito che non indossate più. Ecco qualche piccola idea.

asos






Buona settimana a tutti!


4 commenti:

  1. questo post è realmente utile, tutti i suggerimenti sono ottimi!! bacioni


    ♥ Margherita ♥

    Frivolezze Provinciali

    FACEBOOK PAGE

    RispondiElimina
  2. Prima di reinventare, dovrei fare una bella ricognizione e classificazione, come si fa con gli archivi, ho un armadio molto confuso, pieno e disordinato, povera me! Unica certezza è che possiedo jeans a zampa e camicia bianca, e mi trovo molto bene in quei panni, soprattutto nelle stagioni di mezzo come queste, potendo tranquillamente usare delle comode zeppe estive in corda!

    RispondiElimina
  3. Ciao Nicoletta! trovo la tua guida illuminante! solo che ho sempre paura di mettere mano -e forbici- sui miei vecchi vestiti...ma un giorno mi armo di coraggio e voglio farlo!
    Ti seguo su bloglovin e fb perché non voglio perdermi un'altra tua guida ;)
    Ciao!

    New Post
    Lo stile di Artemide
    Facebook

    RispondiElimina
  4. Questo post mi è stato molto d'aiuto! Grazie ^^

    NEW POST on http://thefashionpancake.blogspot.it/ ti aspetto!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...